Una giornata sul Monte Koya (o Koyasan) e a Osaka

Il Monte Koya è la penultima fermata del nostro viaggio di nozze in Giappone: un posto tra l’onirico e il fiabesco, tanto che potrebbe essere la scenografia perfetta per un film di Hayao Miyazaki

Lista nozze given2

Dove eravamo rimasti? Ah sì, a Kyoto. Da cui partiamo per un viaggio che ha più il sapore di una gimcana, vista la processione dei diversi mezzi di trasporto che dobbiamo prendere e cambiare per arrivare sul Monte koya. Il Monte Koya è considerato uno dei luoghi più sacri e uno dei maggiori centri monastici del Giappone. Per questo, e per il fatto che dormiremo in un monastero, non vedo l’ora di visitarlo!

RAGGIUNGERE IL MONTE KOYA

Così, con il treno JR rapid service, alle ore 10:00, partiamo da Kyoto per Osaka. Alla stazione di Osaka lasciamo la grande valigia in uno dei pratici ed economici depositi automatici per proseguire il viaggio con solo uno zaino: se ne trovano di varie dimensioni e costano dai 300 ai 500 Yen. Poi, alla Stazione della Compagnia Nankai, acquistiamo il Koya Pass 2 days (bisogna richiedere i biglietti per il treno Limited Express Koya) che ci porta alla Shinimaya station.  A questa stazione cambiamo e saliamo su un altro treno per servirci della linea JR Loop fino alla Gokurakubashi Station, dove prendiamo la teleferica (la corsa costa 390 yen) che raggiunge Kōyasan in 5 minuti.

teleferica per raggiungere Kōyasan

KOYASAN ONSEN FUKUCIIN

Koyasan Fukuciin Monte Koya

Sul Monte Koya si dorme solo nei templi, si mangia cibo vegetariano con i monaci e ci si alza all’alba (a parte noi) per assistere alle preghiere.
Koyasan Fukuciin Monte Koya

sala della preghiera del monastero Koyasan Fukuciin sul Monte Koya
La sala della preghiera

Abbiamo potuto assaporare sia la cucina del monastero, servita verso le 17.30 in vassoi impilati,

Booking.com

cena vegetariana in camera al Koyasan Fukuciin sul Monte Koyacena vegetariana in camera al Koyasan Fukuciin sul Monte Koya

sia quella di un piccolo e spartano ristorantino del villaggio che, devo dire, abbiamo gradito ancora di più di quella offerta dai nostri “padroni di casa”. Peccato che non mi sono appuntata il nome! Posso solo dirti che era nascosto all’interno di un grosso negozio di souvenirs e oggetti d’arredo… ancora adesso non so come siamo riusciti a trovarlo tant’era nascosto.

camera del monastero Koyasan Fukuciin sul Monte Koya
La nostra camera

La nostra camera nel Koyasan Fukuciin è tradizionale e molto più grande di quella che avevamo a Takayama; ha il suo bagno interno ma senza la doccia, e ha anche un piccolo terrazzino di legno con vista sul laghetto, nel rilassante giardino Zen del monastero.

terrazzino in camera nel monastero Koyasan Fukuciin sul Monte Koya
Terrazzino in camera
Koyasan Fukuciin, Monte Koya
La vista del Koyasan Fukuciin dalla nostra camera

veduta del giardino zen del Koyasan Fukuciin, Monte Koyagiardino zen del Koyasan Fukuciin, Monte Koyacarpa koi del Koyasan Fukuciin, Monte Koya

Oltre al pernottamento, i pasti garantiti sono due: cena e colazione, ma l’assenza dell’aria condizionata combinata con l’umidità estrema del Giappone in Agosto, ci ha fatto svegliare l’indomani mattina bagnati fradici. Perciò, se anche tu vuoi visitare il Monte Koya e godere appieno del fascino di questo luogo senza tempo, ti consiglio di scegliere un periodo più mite del nostro.

Koyasan Fukuciin, Monte Koyaparavento del Koyasan Fukuciin sul Monte Koyaarmature del Koyasan Fukuciin sul Monte Koyainterno del Koyasan FukuciinKoyasan Fukuciin di nottegiardino zen del Koyasan Fukuciin di notte

Il Koyasan Fukuciin è anche dotato di Onsen, che però noi non abbiamo utilizzato a causa del caldo. Sicuramente un posto fantastico, ma alla cui accoglienza non do il massimo dei voti. Questi i motivi: il cibo… che, anche se gustoso, durante la notte mi ha provocato una colica con conati di vomito che mi sono trascinata fino ad Osaka, rovinandomi l’ultima parte della vacanza; e per colpa dello “chaperon” caucasico, che non è stato molto gioviale con noi. Una particolare segnalazione meritano gli insetti del Monte Koya, che hanno delle dimensioni preoccupanti… mi raccomando quindi: finestre e zanzariere sempre chiuse.

Se vuoi dormire anche tu al Koyasan Fukuciin e risparmiare

prenotalo da Booking

Oppure valuta anche queste soluzioni

Booking.com

Okay, adesso ti racconto cosa abbiamo visto sul Monte Koya:

IL VILLAGGIO

Monte KoyaMonte KoyaMonte KoyaMonte KoyaMonte KoyaMonte Koyafiore di loto Monte KoyaMonte KoyaMonte Koya

DANJO GARAN KONPON DAITO

Monte Koya Danjo Garan

Il Garan è il recinto di templi dove Kobo Daishi – il fondatore della scuola buddista Shingon – fece costruire il primo edificio religioso del monte Koya e ospita numerosi templi.

Monte Koya Danjo GaranMonte Koya Danjo GaranMonte Koya | Konpon Daito

L’edificio che spicca fra tutti è sicuramente il Konpon Daito: un enorme stupa bianco e arancione alto 45 metri che contiene una grande statua di Buddha e un raro esempio di mandala tridimensionale.

Monte Koya | Konpon DaitoMonte Koya | Konpon Daito

IL CIMITERO OKUNOIN

Monte Koya viaggio di nozze in Giappone

L’area di Oku-no-In è sede di un vasto cimitero con molti mausolei, tra cui quello di Kūkai, e un monumento ai caduti nella Seconda guerra mondiale. È percorribile grazie a un sentiero di 2 km che si snoda fra tombe e grandi cedri, per poi terminare al mausoleo di Kobo Daishi. Il cimitero Okunoin racchiude all’incirca 200.000 monumenti funerari e al suo interno si respira un’atmosfera mistica e ricca di sacralità. Per recarci in visita al cimitero abbiamo preferito farlo all’imbrunire, quando iniziano ad accendersi le lanterne… bellissimo! Il silenzio, il senso di pace e la tranquillità che si assapora in questi luoghi è confortante e incommensurabile.

Monte Koya cimitero Okunoin | Viaggio di nozze in GiapponeMonte Koya cimitero Okunoin | Viaggio di nozze in GiapponeMonte Koya cimitero Okunoin | Viaggio di nozze in GiapponeMonte Koya 38_optMonte Koya cimitero Okunoin | Viaggio di nozze in GiapponeMonte Koya cimitero Okunoin | Viaggio di nozze in GiapponeMonte Koya cimitero Okunoin | Viaggio di nozze in GiapponeMonte Koya cimitero Okunoin | Viaggio di nozze in GiapponeMonte Koya cimitero Okunoin | Viaggio di nozze in GiapponeMonte Koya cimitero Okunoin | Viaggio di nozze in Giappone


OSAKA

Il giorno dopo, distrutta dai dolori allo stomaco, mi trascino verso la fermata dell’autobus per tornare a Osaka, percorrendo in senso inverso, tra un conato e l’altro, il tragitto fatto all’andata. Arrivati all’Osaka Vista Premio Dojima, per riprenderci, abbiamo praticamente dormito tutto il giorno in una camera per nani, motivo per cui non ho fatto foto (quelle poche che ho fatto le ho scattate con il telefonino) e non ho molto da raccontarti. Visto lo stato in cui versavo, infatti, non abbiamo potuto usufruire del tour all’Osservatorio dell’Umeda Sky Building e al Castello di Osaka e neanche della crociera sull’Acqua Liner, che avrei fatto tanto volentieri.

Sul tardo pomeriggio poi, giacché le mie condizioni si sono stabilizzate grazie ad una medicina gentilmente procuratami dalla reception dell’hotel, decidiamo di recarci all’acquario Kaiyūkan (un po’ piccolo e con l’aria condizionata talmente alta che siamo dovuti uscire subito perché Stefano ha iniziato a sentirsi malissimo);

acquario Kaiyūkan Osakaacquario Kaiyūkan Osakaacquario Kaiyūkan Osakaacquario Kaiyūkan Osakaacquario Kaiyūkan Osakaacquario Kaiyūkan Osaka

Ho fatto anche un video

e all’Umeda Sky Building, dove abbiamo visitato l’unico piano gratuito: il seminterrato, che riproduce fedelmente una vecchia strada di Osaka degli anni ’20 (molto carina!).Umeda Sky Building Osakaumeda quartiere anni 20 Osaka

Sfruttiamo l’alta concentrazione dei ristoranti situati nell’edificio e nella sua prossimità per cenare. Quello che alla fine scegliamo, propone specialità cinesi molto raffinate, servite davanti ad una grande vetrata che permette di godere di una vista della città molto suggestiva, conferendo al tutto un’atmosfera davvero romantica.

Per quello che siamo riusciti a vedere di Osaka (cioè pochissimo) posso solo dirti che è una città elegantemente moderna, di classe e ricca, con un grande assortimento di negozi, ristoranti e locali notturni…

negozio di wedding planner a Osaka
Negozio di wedding planner a Osaka
negozio di wedding planner a Osaka
Negozio di wedding planner a Osaka

Tuttavia, col senno di poi, non l’avrei mai inserita nel nostro itinerario: in questo modo non avremmo sprecato inutilmente un’altra giornata in una delle città del Giappone che abbiamo apprezzato di più.

Di sicuro c’è che un solo viaggio in Giappone non è sufficiente e adesso che abbiamo imparato a utilizzare i mezzi e a conoscerne un po’ meglio gli usi e i costumi, ci piacerebbe ripetere l’esperienza… ma questa volta organizzando una vacanza in Giappone fai da te… anche perché  sono sicura che adesso riuscirei senza problemi a risparmiare molti più soldi.

(quasi quasi ci faccio un articolo 😉 )

Con questo post (hai visto i video?) si conclude il racconto del nostro viaggio di nozze in Giappone e quello sul nostro matrimonio. Spero ti sia piaciuto e ti sia tornato utile… che ne pensi di farmelo sapere con un commento?

Se vuoi continuare a viaggiare con me e lo sposo celato

Vedi tutte le nostre lune di miele

 

Rimani sul blog, c'è ancora tanto da leggere su questo tema ;)

Booking.com
Rebecca Riparbelli

About Rebecca Riparbelli

Blogger e sposa toscana amante dei matrimoni e di tutte le forme d'arte. Quella del risparmio l'ho appresa dalla mitica nonna Solidea, classe 1908. Adoro il vintage, perché sono una nostalgica dei bei tempi andati, ovvero quelli dove l'eleganza, la galanteria e l'educazione erano ancora un "must".

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...