Home / budget  / Budget di nozze, ci vuole metodo. Ti svelo il mio

Budget di nozze, ci vuole metodo. Ti svelo il mio

Condividi
budget nozze
Foto di Tara Winstead da Pexels

Il mio metodo testato in 4 step per redigere il budget di nozze velocemente e senza stress.

Avere le idee chiare da subito sul budget di nozze ti permetterà di essere più sicura durante la scelta dei fornitori/servizi e di comunicare con loro esigenze e costi in modo chiaro senza dover svilire la qualità e fare rinunce.

Infatti, quando si riesce a comunicare chiaramente con i fornitori (e non solo con loro) si evitano fraintendimenti e, cosa importante, permetterai loro di consigliarti al meglio le strategie necessarie per rientrare nel range di prezzo ipotizzato senza far perdere tempo a entrambi. E si sa, il tempo è denaro 😉

La definizione del budget è perciò la prima cosa da pianificare, la prima voce dell’organizzazione delle nozze. Qualcuno potrebbe pensare che sia la lista di invitati e invece, e tra un po’ capirai perché, è la stesura e quantifica del tuo budget di nozze. Partire dagli invitati può incasinarti e allungare un bel po’ questo procedimento se non ostacolarlo addirittura.

Prima però permettermi questa premessa: ci vuole tempo per la sua stesura e perciò io ti consiglio di partire già un anno e mezzo prima. La redazione del budget di nozze è la parte più “rognosa” di tutta l’organizzazione, che richiederà non pochi grattacapi ma necessaria credimi. Una volta fatta, però, vedrai che l’organizzazione sarà decisamente già a buon punto e sarà più facile e veloce per te il proseguo.

BUDGET DI NOZZE: STRUMENTI NECESSARI

Per appuntare e fare i dovuti calcoli, avrai bisogno di appositi strumenti che possono essere: la mia agenda (è gratuita e ho già fatto io parte del tuo lavoro), un foglio excel (se sei digitalizzata) o semplicemente un block notes, decidi tu.

BUDGET DI NOZZE: IL MIO METODO TESTATO PER DEFINIRLO

1. redigi una lista servizi

Inizia stilando una lista di tutti quei servizi a cui non vuoi rinunciare manco morta. Ma sii estremamente minimalista, c’è tempo per aggiungere.

2. decidi quanto vuoi spendere per le tue nozze

Fatto questo, ad ogni voce – di lato – scrivi il range di prezzo: il minimo sotto il quale non vuoi scendere e il massimo da non superare. Tieni presente che dovrai essere realista, meglio niente che un servizio estremamente cheap. Allo stesso modo, un costo eccessivamente alto non ti assicurerà una qualità eccelsa. A parer mio, e per esperienza personale, la via di mezzo è la formula vincente.

Di solito il budget delle nozze viene ripartito così:

  • Location/catering40% (dai 50 ai 150 € a persona)
  • musica 15% (dai 300 ai 2000 €)
  • abiti 10% (sposo 500 – 5.000 €/ sposa dai 600 ai 10.000 €)
  • fiori e decorazione 10% (dai 500 ai 3.000 €)
  • foto e video 7% (dai 500 agli 8.000 €)
  • partecipazioni e inviti 3% (dai 200 ai 500 €)
  • luna di miele 10% (dai 5.000 fino ai 20.000 €)
  • extra 5%

Ma nulla ti vieta di stravolgere tutto, anche i prezzi.

Adesso fai la somma e avrai ottenuto il range di prezzo di base, da cui partire, del tuo matrimonio.

3. Scrivi la lista invitati

Ora puoi passare alla stila della lista degli invitati. Anche in questo caso, parti prima da tutte quelle persone che assolutamente non devono mancare alla tua festa. Fai una scelta di “cuore” insomma e non di “dovere” (vuoi un aiuto? Clicca qui).

Ricorda che dovrai riservare un tavolo anche per i professionisti: band, fotografo, wedding planner. Per adesso calcola 120 euro a persona (una media del costo del ricevimento) e fai il totale… Che cosa è venuto fuori? Scrivimelo nei commenti ;-P

4. Calcola il totale e modifica o aggiungi

Siamo quasi alla fine: visto il totale, adesso puoi decidere se aggiungere altre voci e/o invitati o rivedere i parametri di costo. Se non puoi permetterti di più, puoi fare da te o attuare le strategie che trovi in questo blog.

Tieni presente che il budget definitivo non verrà calcolato finché non avrai i preventivi delle locations.

Questo significa che subirà continue “aggiustature”, è perciò di vitale importanza far seguire a questa fase la scelta della data e dopo quella del luogo (inteso come posizione geografica e luogo dove celebrare il ricevimento) in cui ti sposerai.

Finché non avrai deciso il costo effettivo a persona del ricevimento e non avrai il numero preciso di chi verrà (calcola ad esempio che per bomboniere, confetti, eventuali segnaposto ecc, hai necessariamente bisogno di questo dato), ritornerai spesso al punto 4 senza avere la stima conclusiva di quanto ti verrà a costare veramente il matrimonio.

Questo il mio procedimento per stilare il budget di nozze. A questo punto non ti rimane che testarlo anche tu e poi tornare qui a dirmi come ti sei trovata e se ti è stato d’aiuto.

Adesso…

DECIDIAMO LA DATA?

Condividi
LASCIA UN COMMENTO SOTTO
Mi fa molto piacere ricevere un tuo commento sotto, ricorda però che ogni messaggio viene moderato e reso visibile solo nel pieno rispetto delle modalità di comportamento scritte qui. E se hai trovato questo contenuto utile non dimenticare di votarlo con 5 stelle, grazie!

sposiamocirisparmiando.com@gmail.com

Con i miei consigli aiuto spose oculate a ideare nozze realistiche salvaguardando budget e ambiente. Tutto quello che so l'ho appreso dalla mitica nonna Solidea, classe 1908, ed è per questo che adoro il vintage... perché sono una nostalgica dei "bei tempi andati". Quei tempi cioè dove l'eleganza, la galanteria, l'educazione e i valori veri erano ancora un "must".

Lascia un feedback
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO