,
Home / nozze  / autunno  / Un matrimonio semplice e economico, con figli e rito civile

Un matrimonio semplice e economico, con figli e rito civile

Condividi

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Il matrimonio semplice e economico di oggi è la riprova che sposarsi spendendo pochissimo è possibile.

Oramai tra le blogger siamo una grande community e da quando ho aperto SR ho avuto l’occasione di incontrare tante donne e tante esperienze di vita differenti. Una di queste è quella di Sabrina Balugani, mia ospite nel post di oggi e titolare dei “Viaggi di Ciopilla”.

Io e Sabrina concordiamo su tanti argomenti, uno tra questi è proprio il matrimonio e pochi giorni fa ho scoperto che si stava sposando low cost. Perché non sempre il low cost estremo é una decisione obbligata, ma Sabrina è la dimostrazione che invece può essere una scelta voluta e ponderata. Che tu sia d’accordo o meno, sono sicura che come me apprezzerai la sua storia e rispetterai il suo punto di vista netto e chiaro… ma facciamocelo raccontare direttamente da lei:

GLI SPOSI ECONOMI

Ciao Rebecca, ringraziandoti per avermi dato l’opportunità di raccontarti del nostro matrimonio semplice ed economico… e di noi. Inizio con una piccola premessa su chi siamo:
Mi chiamo Sabrina (ma questo lo sai già!) e lui si chiama Davide. Ci siamo conosciuti sei anni fa, dopo tante storie e una convivenza che ha lasciato il segno in un bel bambino di nome Mattia, che oggi ha ora 9 anni.
matrimonio low cost

Ecco Mattia vestito per l’occasione

Tralasciando le delusioni d’amore di ambedue, abbiamo iniziato la nostra storia senza porci tante domande sul futuro e senza farci grandi promesse. Un anno dopo, siamo andati a convivere e, a fine 2011, è arrivata Sofia. Perché sposarci ti chiederai te? Abbiamo tutto: figli, casa e amore! Non ci manca nulla quindi, se non quella sicurezza da offrire ai nostri bimbi in caso che uno dei due venga a mancare. E con questa semplicità, che ha contraddistinto il nostro rapporto, abbiamo deciso di sposarci risparmiando. Lo abbiamo fatto per noi e per la nostra famiglia! Ci bastava questo e ci basterà questo quando lo racconteremo in giro e ai nostri nipoti. Ed ecco le nostre scelte fatte all’insegna del vero risparmio:

1. ABITO ELEGANTE MA NON DA SPOSA PER LEI

abito da cerimonia low cost per matrimonio semplice e economico

Ed eccoci qui i perfetti NON sposi!

Il mio abito da sposa è stato comprato in una boutique del centro che vende abiti normalissimi e italiani (no sartoria) al costo di 80 euro. Le scarpe (da sera) in una catena di abbigliamento al costo di 40 euro, comprate e provate pensando ad abbinarle anche con altri outfit del mio guardaroba, per riutilizzarle eventualmente ad altri eventi.

2. ABITO ELEGANTE MA NON DA SPOSO ANCHE PER LUI

abito da cerimonia low cost uomo per matrimonio semplice e economico

Qualche foto (le uniche venute bene): lo sposo!

Abito dello sposo: da Oviesse, in sconto (una offerta mensile) a 99 euro, compreso di cravatta. Semplice, da riutilizzare in caso di altro matrimonio o cerimonia. Le scarpe, invece, le abbiamo acquistate su Amazon: scelte – come nel mio caso – per un utilizzo futuro. Costo 45 euro.

3. MATRIMONIO SEMPLICE E ECONOMICO: FEDI IN PERMUTA

Le fedi: avevo tanti monili d’oro e piccole catenine che negli anni si erano impolverate in un cassetto, le ho ridate indietro e ho comprato le fedi in oro bianco di UnoaErre (costo 380 euro) pagate ZERO!

4. PORTAFEDI PRESTATO

Il portafedi è stato prestato dal comune come la marcia nuziale, che invece era offerta ma che a noi faceva tanto ridere!

portafedi low cost per matrimonio semplice e economico

la piccoletta di casa!

5. MESSA IN PIEGA INVECE DI UN’ACCONCIATURA

Per quanto riguarda l’acconciature delle sposa, non ho fatto prove! Sono andata il giorno stesso e ho solo lavato i capelli e fatto la messa in piega. Costo della (mia) parrucchiera: zero! Poiché mi ha voluto donare il servizio per l’occasione (anche se di solito si prende solo 15 euro).

6. MATRIMONIO SEMPLICE E ECONOMICO: PRANZO IN TRATTORIA

Siamo andati in giro per la città a “provare” i ristoranti da clienti e quindi “sotto mentite spoglie”. Abbiamo scelto una trattoria tipica del centro città, dietro al Municipio, e abbiamo prenotato senza dire al gestore che era finalizzata ad un ricevimento nuziale. Cosa mangiare quindi lo abbiamo scelto al momento (antipasto di salumi, primi piatti, secondi, vino della casa e dolce) anche perché eravamo solo in 10. Costo del ricevimento nuziale: 206 euro e ognuno ha mangiato quello che voleva!

7. FOTOGRAFO NON PROFESSIONISTA

Grande sbaglio! Preso tra gli amici e il peggiore! No, dai, ci ha messo impegno ma non è portato per farlo!
matrimonio semplice e economico

Scendere le scale con i tacchi è un incubo! Aiutoooooooo!

La spesa più inutile? Sicuramente quella del comune 🙂
Devo dire, Sabrina, che hai seguito alla perfezione alcuni dei miei consigli migliori per realizzare un matrimonio semplice e economico, vale a dire:
  • ridurre il numero degli invitati, optando per un ristorante o un’osteria al posto della villa;
  • scegliere un abito da uomo elegante ma non da cerimonia, pensando ad un riutilizzo futuro;
  • permutare i gioielli démodé.
Ti ringrazio tantissimo Sabrina per aver condiviso con noi un pezzo importante della tua vita. Un’altra prospettiva sul matrimonio che merita di essere analizzata e citata sul mio blog. Anche il tuo, infatti, è un modo per risparmiare che personalmente ho apprezzato e che merita di essere preso in considerazione dalle mie spose oculate.
Se vuoi conoscere tutti i modi per fare un matrimonio semplice e economico da sola,
Condividi
LASCIA UN COMMENTO SOTTO
Mi fa molto piacere ricevere un tuo commento sotto, ricorda però che ogni messaggio viene moderato e reso visibile solo nel pieno rispetto delle modalità di comportamento scritte qui.

sposiamocirisparmiando.com@gmail.com

Autrice del blog, wedding blogger e sposa toscana amante dei matrimoni e di tutte le forme d'arte. Quella del risparmio l'ho appresa dalla mitica nonna Solidea, classe 1908. Ed è per questo che adoro il vintage, perché sono una nostalgica dei "bei tempi andati". Quei tempi cioè dove l'eleganza, la galanteria, la cultura e i valori veri come la sostenibilità e la condivisione erano ancora un "must".

Lascia un feedback
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Questo sito utilizza i cookie per il suo corretto funzionamento. Il sito consente anche l'invio di cookie di "terze parti",
per maggiori informazioni leggi la nostra cookie policy. Da questa pagina è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie di terze parti.
Esprimi il consenso all'utilizzo dei cookie cliccando sul bottone 'Acconsento'.

Leggi articolo precedente:
Location dove sposarsi sul Lago di Garda? Io ne ho visitate 6!

Le location dove sposarsi sul Lago di Garda io le ho visitate sabato 20 e domenica 21 settembre 2014 grazie al Write my...

Chiudi