,
Home / nozze  / civile  / Sposi felici, malgrado malattia e budget ridotto: le nozze di Stella & Gianluigi

Sposi felici, malgrado malattia e budget ridotto: le nozze di Stella & Gianluigi

Condividi

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Sposi felici malgrado la malattia e il budget ridotto: la testimonianza ricca di speranza e tanto amore di Stella e Gianluigi, sposi low cost di Solbiate Olona.

sposi felici

Non a caso è verde il colore scelto dalla sposa per questo matrimonio low cost fatto a mano: notoriamente è il colore della speranza. Io e Stella ci siamo conosciute grazie alla community delle spose econome e sono stata estremamente felice che abbia deciso di condividere con tutte noi il suo matrimonio. Una testimonianza che, non solo ci insegna che si può realizzare un bel matrimonio con un budget minimo, ma anche che la malattia non è un limite se si vuole coronare il proprio sogno d’amore.

E qui voglio citare Matteo, che sta coronando il suo (sogno) di diventare uno scrittore di fiabe contro il cancro: ho seguito tutto il suo progetto, dalla nascita alla sua realizzazione grazie ad una campagna di crowdfunding sostenuta da AIRC e poi resa “operativa” dalla Mondadori.

Matteo scrive:

“Ciò che fa davvero la differenza nella vita è sognare un lieto fine che dia significato alle sofferenze e coltivare la speranza di raggiungerlo.”

Tratto dal suo libro Piccole fiabe per grandi guerrieri

Così, oggi, lo spazio del blog dedicato ai matrimoni veri si arricchisce di questa nuova esperienza nuziale speciale. Esperienza che spero sia di ispirazione (per me lo è stata) a spose che hanno una problematica analoga e che, per colpa di questa, hanno perso la speranza di sposarsi. Peraltro Stella ha messo insieme tutti i miei consigli migliori. Ma non voglio dilungarmi oltre, ti lascio al suo racconto:

GLI SPOSI FELICI: LE NOZZE DI STELLA E GIANLUIGI

Mi chiamo Stella e sono una ragazza di 40 anni; Gianluigi ne ha 38.  Mi sono ammalata nel 2013, quando ero nel fior fiore della mia carriera lavorativa: facevo l’aria manager per un’azienda che opera nel campo del make-up, mentre lui lavora come operaio in una ditta .

Ci conoscevano già, solo di vista. Poi, ️grazie ad una cena tra amici, abbiamo iniziato a parlare e a sentirci. Prima di metterci insieme gli ho spiegato della mia malattia, ma lui ha voluto continuare a uscire con me ugualmente. Dopo qualche mese, siamo andati a convivere e abbiamo iniziato un percorso sia di coppia spensierata, che di coppia con un problema di salute importante.

Abbiamo sempre detto che ci saremmo sposati il 19 settembre 2018. Nel 2015 però, ho avuto una seconda operazione importante, dove lui mi è stato vicino ogni attimo: ha gestito tutte le situazioni con i medici, visite, decisioni varie. Io sono uscita da quella operazione che non muovevo il braccio, la spalla e la mano sinistra, avevo la bocca storta e anche un deficit a livello visivo che si chiama neglect (il cervello non riconosce più gli spazi – nel mio caso – della parte sinistra). Perciò, tanta riabilitazione, tanti test connettivi, tanto lavoro e tanti sacrifici, anche per chi mi stava vicino. Fare Legnano-Lecco tutti i giorni non era semplice per lui, che ha preso le ferie natalizie per starmi vicino. Poi decidiamo di fare un viaggio a Cuba in aprile 2017 , visto che stava andando tutto bene ma, al controllo, di nuovo una massa, che mi porta ad operarmi un’altra volta di urgenza.

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

CERIMONIA CIVILE A SOLBIATE OLONA

Vista la mia malattia, decidiamo di sposarci a Luglio nel comune di Solbiate Olona, alla presenza dei soli genitori e testimoni. Abbiamo scelto questo comune perché vicino a dove abito e perché non fa pagare la sala, al contrario di altri comuni. L’anno prossimo, quando mi cresceranno i capelli, faremo la festa anche con amici e parenti, sempre low cost.  

Sposa felice malgrado la malattia

Perciò, abbiamo deciso di sposarci nella data scelta da tempo ma anticipando il matrimonio di un anno e mezzo per essere tutelati a livello di legge e consolidare il nostro amore. Al comune sono arrivata da sola, in bicicletta. Tutto è nato perché non avendo mio papà che mi accompagnava, non volevo sostituirlo con nessuno.

sposa in abito corto e in bicicletta sposi felici, arrivo della sposa sposi felici

La cerimonia è stata officiata dal vice-sindaco, mentre una testimone ha letto una storia e simbolicamente ci ha legato le mani con un nastro verde per sigillare il nostro amore.

cerimonia civile sposi felicilegare le mani degli sposi con un nastro verde sposi felici, cerimonia civile

Per ogni testimone (tutte e due donne) ho fatto trovare a sorpresa un bouquet a testa in omaggio, adagiato sulle sedie del comune a loro destinate.

ABBIGLIAMENTO SPOSI FELICI: IN SALDO LUI E FATTO DALLA MAMMA PER ME

Come abito da sposa, ho scelto un vestitino corto che mi nascondesse la pancia, cresciuta a causa del cortisone. Come accessori coordinati all’abito, abbiamo aggiunto  il cappello al posto del velo  obbligatorio essendo oramai quasi calva per via di chemio e radioterapia – un nastro verde in vita, che è un colore benagurale e il mio preferito; infine, guanti e scarpe di mia mamma hanno completato il mio dress code.

L’abito è stato fatto tutto fatto a mano (100 euro di tessuto) e con tanto amore da lei, che è una modellista. La mamma mi ha realizzato anche il foulard sotto il cappello, che ha dipinto in modo da creare un effetto simile ai capelli.

sposi felici, cerimonia civile abiti low cost sposi felici Il vestito dello sposo è stato invece acquistato in saldo, a soli 120 euro. La camicia, in particolare, era bianca con dei pois verdi, per richiamare il colore della mia cintura e delle mie scarpe. L’abbiamo trovata per caso e mia mamma l’ha riadattata alle sue misure.sposi felici

TRUCCO SPOSA: FATTO DA ME

Dato che lavoro in questo settore, il trucco sposa l’ho realizzato io e, per mani e piedi, ho scelto ovviamente un french semipermanente come consiglia e ha fatto anche Rebecca.

trucco sposa col cappello

LE FEDI DEGLI SPOSI FELICI: UN REGALO BRILLANTE

Le fedi ci sono state regalate dalla mia testimone e sono state scelte da me con un brillantino: l’obiettivo è di aggiungerne uno ogni anno di vita insieme.

fedi sposi felici

FIORI: POCHI MA CON LE ROSE

Come fiore per bouquet e composizioni, ho scelto le rose. Perché è il fiore che più mi piace. In alcune rose del mio bouquet ho fatto aggiungere anche dei “brillanti”. Per due composizioni del comune, il mio bouquet, il tulle sul scorri mano del comune e i fiocchi verdi, ho speso solo € 280,00. I due bouquet in omaggio alle testimoni, invece, li abbiamo pagati 48 euro. Per i fiori e le composizioni ci siamo rivolti a Alberto fiori Solbiate Olona, fiorista in gamba: noi gli abbiamo detto che avevamo un budget ridotto e ci ha saputi consigliare al meglio, realizzandoci delle composizioni con le rose belle anche se a basso costo.

LANCIO DEL RISO

Come conclusione della cerimonia civile, fuori dal comune abbiamo allestito una cameriera di legno con portariso e coriandoli.

decorazione viva sposi felici fuori dal comunesposi felici, lancio del riso sposi felici, lancio dei palloncinisposi felici all'uscita dal comune di Solbiate Olona

MEZZI DI TRASPORTO: BICI E SMART

Come mezzo di trasporto dalla cerimonia fino a casa, abbiamo usato la bicicletta con cui sono arrivata in Comune. Adornata con un nastro verde nel cestino e con un cartello con su scritto Miss e Mister. Avevo anche dipinto dei barattoli di bianco, che sono stati attaccati dietro la bicicletta all’uscita dal Comune. 

alternativa economica all'auto degli sposi

Da casa al ristorante, invece, abbiano usato una Smart che, per differenziarsi dalle altre auto, abbiamo decorato con il cartello usato nella bicicletta.

sposi felici in smart

IL RICEVIMENTO NUZIALE: MAX 10 INVITATI

Abbiamo deciso di fare il ricevimento al Ristorante trattoria del ristoro ️a Oleggio. Location scelta per due motivi: perché il martedì a pranzo è tra i pochi ristoranti aperti e perché il giardino si prestava bene per fare belle foto. Invitati a pranzo: solo i genitori e i testimoni, in totale 10 persone. Foto, video e musica gestito e fatto dagli amici.
sposi felici al Ristorante trattoria del ristoro ️a Oleggio sposi felici al Ristorante trattoria del ristoro ️a Oleggiosposi felici al Ristorante trattoria del ristoro ️a Oleggiosposi felici al Ristorante trattoria del ristoro ️a Oleggiosposi felici al Ristorante trattoria del ristoro ️a Oleggio

LA TORTA NUZIALE: SEMPLICE, FATTA DAL RISTORANTE

La torta nuziale, invece, è stata semplice e a due piani. Ci è stata realizzata dallo stesso ristorante mentre, il cake topper di legno raffigurante l’albero della vita, lo abbiamo portato noi. Infine, per la foto di rito del taglio, abbiamo usato dei palloncini con su scritto Mr & Mrs.

taglio della torta sposi felici al Ristorante trattoria del ristoro ️a Oleggiotaglio della torta sposi felici al Ristorante trattoria del ristoro ️a Oleggio

LE BOMBONIERE: FATTE A MANO DALLA SPOSA

Non ho fatto le bomboniere ma solo dei sacchettini (decorati da me con i confettiper coloro che sono venuti a vederci in comune.

bomboniere low cost fai da te

SPOSI FELICI: IL GRAN FINALE

In ogni caso, anche se adesso siamo “legalmente” sposi felici, il sogno di fare la festa con amici e parenti in una villa il 19 settembre del 2018 è sempre più viva, perciò organizzeremo a breve la seconda promessa di nozze.

sposi felici comune di Solbiate Olona

Chiudo questo bellissimo reportage e racconto ringraziando Stella per avermi dato la possibilità di pubblicare questa bella testimonianza di due sposi felici malgrado la malattia e il budget ridotto e dandoti appuntamento all’anno prossimo, per un matrimonio, mi svela Stella, a tema “birra” (centrotavola, confettata e alcuni allestimenti li farà lei).

Ci sarà anche un po’ di Sardegna, ️grazie ai segnaposti con i tappi dei 4 mori e grazie anche alle bomboniere, che saranno delle birre artigianali fatte in casa: «la bottiglia avrà l’etichetta con il nome della birra, data, foto e un apribottiglia per arricchirle ulteriormente».

Se anche tu come Stella hai realizzato un matrimonio al risparmio, fai come lei e inviamelo, che lo pubblichiamo sul blog per ispirare e incoraggiare altre spose che stanno rimandando la data a causa del budget ridotto o per altre problematiche. Ti aspetto!



Condividi
LASCIA UN COMMENTO SOTTO
Mi fa molto piacere ricevere un tuo commento sotto, ricorda però che ogni messaggio viene moderato e reso visibile solo nel pieno rispetto delle modalità di comportamento scritte qui.

sposiamocirisparmiando.com@gmail.com

Autrice del blog, wedding blogger e sposa toscana amante dei matrimoni e di tutte le forme d'arte. Quella del risparmio l'ho appresa dalla mitica nonna Solidea, classe 1908. Ed è per questo che adoro il vintage, perché sono una nostalgica dei "bei tempi andati". Quei tempi cioè dove l'eleganza, la galanteria, la cultura e i valori veri come la sostenibilità e la condivisione erano ancora un "must".

Lascia un feedback
2 COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Questo sito utilizza i cookie per il suo corretto funzionamento. Il sito consente anche l'invio di cookie di "terze parti",
per maggiori informazioni leggi la nostra cookie policy. Da questa pagina è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie di terze parti.
Esprimi il consenso all'utilizzo dei cookie cliccando sul bottone 'Acconsento'.

Leggi articolo precedente:
Abito da sposa rosa in pizzo e a sirena: la scelta di Veronica

Abito da sposa rosa in pizzo e a sirena. È stata questa la tipologia d’abito personalizzato scelto dalla sposa oculata...

Chiudi