,
Home / fedi  / Fedi nuziali: come risparmiare il 50%!

Fedi nuziali: come risparmiare il 50%!

Condividi

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Fedi nuziali come risparmiare? Devi conoscere prima di tutto cosa incide sul loro prezzo e allora potrai arrivare a ridurre il costo fino al 50%, io l’ho fatto!fedi nuziali

Ci sono infatti notevoli fattori a cui devi assolutamente prestare attenzione per decidere quale fede nuziale scegliere:

COSA INCIDE SUL COSTO DELLE FEDI NUZIALI

  1. Marca fedi nuziali: a seconda della marca, a parità di prodotto i prezzi cambiano, eviterei quindi Cartier e Damiani.
  2. Peso fedi nuziali: è il fattore che incide di più.
  3. Altezza fedi nuziali: in commercio infatti ne esistono di molto sottili, ma anche di molto alte, quindi pensateci bene.
  4. la lavorazione delle fedi nuziali: le fedi possono essere liscie, bombate, smussate, sabbiate e così via.
  5. E l’aggiunta di pietre preziose: quantità, tipologia e caratura.
fede nuziale oro giallo 5 mm

Fede nuziale oro giallo 5 mm UnoAerre. Clicca per andare al prodotto.

fede nuziale oro giallo 1,20 mm

Fede nuziale oro giallo 1,20 mm. Clicca per andare al prodotto.

FEDI NUZIALI: COME RISPARMIARE SUL METALLO

Le fedi nuziali in oro giallo, oro rosa, oro bianco, platino o argento? In base al tipo di metallo, infatti, il prezzo cambia notevolmente. Il metallo meno prezioso è sicuramente l’argento, mentre il più costoso il platino; tra gli ori, invece, il più costoso rimane l’oro rosa, che è costoso perché composto dal 75% di oro puro, dal 5% d’argento e dal 20% di rame, metallo che dona l’effettiva sfumatura rosa. La fede in oro bianco è invece composto dal 75% di oro 750 e per il 25% di argento, nichel o palladio.

fede nuziale oro giallo

Fede nuziale oro giallo. Clicca per andare al prodotto.

fede nuziale oro bianco

Fede nuziale oro bianco. Clicca per andare al prodotto.

fede nuziale oro rosso

Fede nuziale oro rosso. Clicca per andare al prodotto.

fedi nuziali in oro rosa e bianco

Fedi nuziali in oro rosa e bianco. Clicca per andare al prodotto.

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.


PREZZI FEDI NUZIALI

Prima, però, bisogna anche decidere quale tipologia di fedi nuziale acquistare, prima di chiedere dei preventivi e decidere come risparmiare sulle fedi nuziali:

Fede nuziale classica: la comoda

fede nuziale comoda

Fede nuziale comoda. Clicca per andare al prodotto.

La fede nuziale Classica, normalmente realizzata senza brillanti o pietre preziose, è larga circa 4mm con grammatura che va dai 3 ai 10gr. L’interno di questa fede nuziale è totalmente piatto e la sua sezione molto fine (circa 1.5mm).

La fede nuziale Comoda invece è tonda e smussata, normalmente realizzata senza pietre preziose in oro giallo, dall’interno piatto e liscio è larga circa 4mm (pesa anch’essa fra i 3 e i 10gr); la sua sezione è molto fine quindi risulta perfetta per chi ama la tradizione e soprattutto non è abituato ad indossare anelli! Il costo di una coppia di fedi nuziali classiche si aggira intorno ai 500 euro.

Fede nuziale francesina

fede nuziale oro giallo 1,20 mm

Fede nuziale francesina. Clicca per andare al prodotto.

La fede nuziale detta “Francesina” è una vera sottile, leggermente bombata e piatta all’interno (il peso si aggira solitamente tra i 3 e i 5 gr); solitamente di oro giallo, tondeggiante e con i bordi smussati. È un tipo di fede nuziale molto “portabile”! Anche qui la cifra è light, infatti, il costo di fedi nuziali di tipo francesina si aggira sui 500-600 euro.

Fede nuziale francesina “PLUS”

fede nuziale francesina plus

Fede nuziale francesina plus. Clicca per andare al prodotto.

Un’alternativa al modello classico della fede nuziale Francesina è quella di oro bianco, con un piccolo diamante al centro. Oppure in platino lucido o satinato. Il prezzo della fede nuziale francesina oscilla molto in base alla caratura della pietra, ma la base di partenza è di circa 600 euro.

Ci sono poi anche fedi nuziali che risentono di tradizioni e zone geografiche:

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Fede nuziale sarda

fede nuziale sarda

Fede nuziale sarda. Clicca per andare al prodotto.

La fede nuziale Sarda è lavorata con un motivo in pizzo detto “chiaccherino”. È un tipo di fede nuziale molto particolare e romantica, ma decisamente sconsigliata se non siete più che convinti di questo stile! La tradizione vuole che venga realizzata in oro molto sottile, ecco perché la cifra è più moderata: i prezzi di una coppa di fedi nuziali sarde si aggirano intorno ai 150-200 euro l’una.

Vedi tutti i prodotti simili e i relativi prezzi →

Fede nuziale etrusca

È piatta e decorata con scritte bene-auguranti per gli sposi. Solitamente in oro giallo, è un altro anello piuttosto importante da indossare e soprattutto da far indossare al futuro sposo!

Fede nuziale umbra

La tradizione della fede nuziale umbra risale al quindicesimo secolo. È caratterizzata da un’incisione con il volto dei due sposi tra i quali sboccia un mazzolino di fiori. Internamente a questa vera in argento, di solito si trovano incise le parole “l’amore vola e vuole fedeltà” (e questo è sempre un bel messaggio da ricordare!).

Fede nuziale mantovana

fede nuziale oro mantovana

Fede nuziale mantovana. Clicca per andare al prodotto.

Altro anello tipico per le nozze data la sua semplicità è la fede nuziale mantovana. A differenza della francesina è più alta, pesante e satinata (6mm con un peso fra i 3 e i 10gr) con l’interno piatto. Data la maggior quantità di materiali adoperati per realizzarla, il prezzo delle fedi nuziali mantovane oscilla sui 600 euro a fede. Molto in voga sono le fedi mantovane in oro rosa, questo è decisamente un materiale molto amato dalle spose ma costoso!

Fede nuziale ebraica

Questa fede si ispira ad un reperto trovato nel XIV secolo in un ghetto dell’Alsazia. È in filigrana smaltata ornata da perline e al suo interno è inciso il tipico augurio“Mazzàl Tov”.

FEDI NUZIALI: DOVE ACQUISTARLE PER RISPARMIARE

Come non mi stancherò mai di dirti, l’unico modo per dimezzare i costi delle fedi nuziali è quello di accorciare il più possibile la distanza tra il produttore e il consumatore!

Nel mio caso, dopo aver scelto il tipo di fede nuziale, mi sono fatta un giro delle gioiellerie locali per avere un’idea sui prezzi disponibili (portatevi sempre dietro carta e penna e segnatevi tutto). Dopodiché, ho preso spunto dalla soluzione che avevo adottato per risparmiare sull’abito da sposa, e mi sono recata quindi a far visita a un orefice.

Con mio grande stupore scopro che realizzare una copia esatta del mio modello preferito, mi permetteva di  risparmiare la metà esatta preventivata in gioielleria!

Leggi: Fedi nuziali a prezzi economici: 30 modello particolari a basso costo

Oltre a questo vantaggio, il prodotto acquistato era di qualità e di valore superiore, faccio un esempio: un diamante incastonato di un carato maggiore, mi veniva a costare quanto quello di un carato minore in gioielleria; poi c’è anche da considerare che è un prodotto unico, dalla lavorazione artigianale! L’orefice infatti compra direttamente la materia prima (oro, argento, platino e pietre preziose) dal grossista e, se è onesto, non lo ricarica sul cliente, ma si fa pagare esclusivamente il tipo lavorazione e il tempo che spende per realizzarlo (comunque sulla base di queste informazioni contrattate il prezzo il più possibile facendovi trovare preparate sull’argomento).

Inoltre, con questa metodologia per risparmiare sulle fedi nuziali, la spesa della “marca”, che andrebbe a ricaricare sul prezzo finale, viene automaticamente tagliata… ed ecco che, per: due fedi di oro bianco, modello su misura (invece di essere riadattate sulle tue misure) con incisione e diamante di una caratura media (che ora non ricordo) ho speso 350 euro la coppia, invece di 500 euro per due fedi nuziali uguali, ma più sottili e con un diamante di caratura di valore minore (i prezzi sono riferiti al 2007).

FEDI NUZIALI: COME RISPARMIARE SULLA MATERIA PRIMA

Mi sento quindi di aggiungere che sarebbe possibile risparmiare ulteriormente sul costo della fede nuziale se la materia prima ce la metti tu:

  1. facendo, ad esempio, fondere i gioielli che non metti più per riciclare l’oro vecchio, che sono fuori moda o che ti sono stati regalati ma in realtà non metterai mai perché non rispecchiano il tuo gusto.
  2. Oppure vendendoli a un Compro Oro: per il mio secondo matrimonio adotterò anche questo “stratagemma” e non mancherò di farci un articolo per aggiornarti sui prezzi precisi.

Armati quindi di foto del modello delle fedi nuziali preferito, carta, penna e determinazione, e recati dall’orefice più vicino! Non dimenticare di farmi sapere come è andata e, se questo mio metodo ti è tornato utile, condividilo sui social!

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

FEDI NUZIALI: COME RISPARMIARE SECONDO LA RETE

Queste informazioni sono state inserite in un secondo tempo, grazie a un’intervento su facebook di un’addetta ai lavori che ha espletato altri consigli per risparmiare sulle fedi nuziali  in aggiunta al mio articolo, che riporto di seguito testualmente poiché molto utili:

“Io sono nel settore (abbiamo una gioielleria) e mi sentirei di dare qualche consiglio non solo per risparmiare: state sulle fedi classiche (normale e francesina). Il peso dell’oro non è eccessivo e sono anelli molto robusti. Tenete presente che l’oro bianco, portato tutti i giorni, tenderà ad ingiallire un pochino (l’oro è giallo, non bianco) e la rodiatura (cioè la lavorazione per renderlo bianco come il platino), man mano si usura. Potete sempre farle rodiare di nuovo… ma è un costo di manutenzione che potete evitare prendendole gialle. Stesso discorso per gli anelli satinati: nel giro di sei mesi va via, portandolo sempre.”
“Mi associo al fatto di non prenderle di marca: l’oro è oro e spendere un cifrone solo per avere la scrittina “Damiani” o “Cartier” mi sembra sciocco. Date dentro del rottame, se ce l’avete (oro che non usate più): vi verrà scontato dal prezzo delle fedi. Ricordate che la fede la porterete SEMPRE e per tutta la vita (vi auguro): un anello dalla forma strana o con pietre alla fine stufa ed è molto più delicato.
Ultimo consiglio: non provate le fedi d’inverno se vi sposate d’estate: la misura del vostro dito varia di uno e due numeri dal freddo al caldo (meno d’inverno e più d’estate). Detto questo: felice matrimonio a tutti!”
“Beh, poi c’è il consiglio più low-cost di tutti: fatevele regalare dai testimoni! le fedi d’oro bianco non diventano gialle, ma non restano certo come nuove! Mi sono capitati clienti che sono tornati con la faccia da triglia perché gli anelli non erano più “bianchissimi”… al mondo c’è di tutto un po’ e quindi è sempre meglio avvisare!
In Italia poi il nikel è vietato nella gioielleria (anche bigiotteria) da qualche anno, per cui se trovate un prodotto che vi fa allergia, facile che sia fatto all’estero (vedi bigiotteria da bancarella). Quanto al bianco legato al nikel è vero: l’unico modo per avere un “bianco che più bianco non si può” è prendere il platino. Anche l’argento che vedete bello bianco è rodiato: come l’oro, quando va via la rodiatura diventa tendente al giallino.”

Leggi il parere dell’esperto →

Condividi
LASCIA UN COMMENTO
Mi fa molto piacere ricevere un tuo commento sotto, ricorda però che ogni messaggio viene moderato e reso visibile solo nel pieno rispetto delle modalità di comportamento scritte qui.
POST TAGS:

sposiamocirisparmiando.com@gmail.com

Wedding blogger e sposa toscana amante dei matrimoni e di tutte le forme d'arte. Quella del risparmio l'ho appresa dalla mitica nonna Solidea, classe 1908. Ed è per questo che adoro il vintage, perché sono una nostalgica dei bei tempi andati. Ovvero quei tempi dove l'eleganza, la galanteria, la cultura, e i valori veri erano ancora un "must".

Lascia un feedback
26 COMMENTI
  • Loris Codi 20 Ottobre 2017

    Ottimo articolo Rebecca,
    il punto fondamentale è dove si va a comprare le fedi.

    Saltando uno o 2 intermediari il prezzo cambia di molto.
    Per quanto riguarda la marca è vero su molte, ma non su tutte.
    Alcune marche famose se sai in quale negozio andare ti possono costare come una marca sconosciuta.

    Parlo per esperienza diretta lavorativa.

  • Alejandro Acosta 15 Settembre 2017

    Molto utile questo articolo. Io invece vorrei sapere se gentilmente lei mi potrebbe suggerire un negozio in Umbria o un sito dove ti fanno le fedi per due uomini.
    Cari saluti

  • Elena 25 Gennaio 2017

    Grazie, sei stata utilissima! La mia futura suocera mi ha dato le fedi dei suoi genitori, un braccialetto del battesimo del mio fidanzato e io ho aggiunto una catenina del mio battesimo… come dire, il nostro passato si fonderà insieme per dare vita al nostro futuro… è un’idea carinissima e io sono molto contenta, adesso aspetto di vedere le tre proposte che mi farà l’orafo secondo le mie direttive… ^_^ Quindi ancora non so quanto spenderò, ma spero di non dovermi dissanguare!!! ^_^’

  • Giovanna 20 Maggio 2013

    Questo sì che è un post utile! Grazie!!

  • Rosy Eurocontest 19 Maggio 2013

    Molto belle le fedi, post molto interessante, complimenti!

  • tizyb 19 Maggio 2013

    a parte le mie scarpe, le fedi sono state quelle costate tanto nel mio matrimonio: è un anello che si mette sempre e che è il vero “status” del matrimonio, quello che rimane nel tempo e perciò l’abbiamo scelta particolare e preziosa: oro rosa e platino con brillantini (anche mio marito ne ha voluto uno sulla sua fede). è la spesa che ancora oggi mi soddisfa.

  • Rossana 19 Maggio 2013

    Ho già la fede al dito, pagata anche poco perché il suo vero valore non è quantificabile in denaro ma è ciò che rappresenta e significa. Articolo molto interessante e completo, la fede in stile etrusco non mi dispiace, insolita. Ciao ^_^

  • laura 19 Maggio 2013

    quando mi sono sposata è stato il regalo di mio fratello… però effettivamente ci sono molte possibilità! Laura P.

  • laura 19 Maggio 2013

    una parte importante del matrimonio! e spesso richiede un bell’investimento. I tuoi consigli sono utili come sempre! Laura

  • Rocco 18 Maggio 2013

    davvero degli ottimi consigli!

  • veronicA 18 Maggio 2013

    eheh per fortuna quando (se) mi sposerò prenderò sicuramente una fine (non mi piacciono gli anelli sgargianti,eheh sono una ragazza strana XD)ma anche quella etrusca che hai pubblicato è molto carina 🙂

  • Le fedi Francesina e Umbra le adoro!
    Sicuramente,se mi sposerò, sceglierò una di quelle 🙂

  • RitaChantal 18 Maggio 2013

    Le fedi è l’unica cosa che ho ” pagato” per intero.. anche li però ho girato tanto e alla fine un po di risparmio l’ho avuto!!

  • Simona Giorgi 18 Maggio 2013

    beh io non sono tipa da gioielli, quindi sono ignorantissima in materia. So per certo che l’oro giallo non lo gradisco, preferendogli il bianco o l’argento.Ottime dritte se mai troverò un pazzo che vuole sposarmi 😉

  • Chiara 4 Maggio 2013

    Ciao 🙂 Dall’articolo mi pare di capire che tu abbia scelto l’oro bianco! Ma si rovina davvero così tanto? Perché devo dire la verità io lo preferisco rispetto all’oro giallo!

      • Chiara 7 Maggio 2013

        Grazie per la risposta Rebecca! Anche a me piacciono le cose un po’ vissute in effetti 🙂 Se si ingiallisce un pochino ci si può passare sopra… 😉

  • Daniela Rinoa Bsni 2 Gennaio 2013

    Bello, interessante e soprattutto utile! In verità avevamo già pensato anche noi di “riciclare” vecchi ori, sopratutto gioielli che non usi più, la sfortuna è che nella nostra zona orafi non ce ne sono, e quindi si pensava di vendere l’oro invece di trasformarlo. Anche io adoro l’oro bianco, secondo me è fenomenale!! Adesso comunque ci informiamo per benino, hai dato ottimi suggerimenti ^_^

  • Elena Vargiolu 2 Gennaio 2013

    Intanto grazie per il consiglio….anche se essendo di Arezzo qua già sappiamo che anche solo andando direttamente in fabbrica (anche la UnoAR che ha comunque il suo marchio) il risparmio è notevole. Non sapevo esistessero tutti questi nomi, ed è stato carino “scoprire” la fede sarda. Vedi, mio padre era sardo, e mia mamma l’ha conosciuto proprio in sardegna, e lì lei ha imparato ad usare il “chiacchierino”, per fare lavorazioni di trine e varie. ^_^

  • SCRIVI UN COMMENTO

    Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

    Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

    Questo sito utilizza i cookie per il suo corretto funzionamento. Il sito consente anche l'invio di cookie di "terze parti",
    per maggiori informazioni leggi la nostra cookie policy. Da questa pagina è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie di terze parti.
    Esprimi il consenso all'utilizzo dei cookie cliccando sul bottone 'Acconsento'.

    Leggi articolo precedente:
    Piacere, Francesca Arena, la blogger che canta lirica

    La prima guest blogger di Sposiamoci Risparmiando è Francesca Arena, che curerà la rubrica dedicata alla musica nel matrimonio. Ero infatti...

    Chiudi

    Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.