,
Home / Maria & Modesto  / Organizzare un matrimonio a distanza (dalla Francia in Puglia)

Organizzare un matrimonio a distanza (dalla Francia in Puglia)

Condividi

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Come organizzare un matrimonio a distanza? Questa che stai per leggere è la testimonianza di una sposa oculata di Bari, la mia, Maria. Una futura posa che sta organizzando il suo matrimonio dalla Francia in Puglia.

matrimonio a distanza

Salut simpatiche future sposine! Perché “Salut”? Perché, come ormai sapete, io vivo in Francia. Ed è proprio da qui che sta procedendo la missione di organizzare un matrimonio a distanza: a quasi 1500 km di distanza!

Vi direte che è un suicidio e che bisogna essere pazzi per farlo… Beh, io sono sicuramente psicopatica, ma vi dico che “si può fare”!

Ma come si fa a organizzare un matrimonio a distanza? Attrezzatevi di: pc, connessione internet, telefono (possibilmente con l’abbonamento con chiamate illimitate incluse), quaderno, biro e soprattutto tanta, tanta pazienza… unita a iniziativa, elasticità e scudo anti critica!

organizzare matrimonio a distanza

Mi piacerebbe dirvi che è semplice organizzare un matrimonio a distanza, che tutti approveranno la vostra scelta e che tutto sarà perfetto, invece preferisco dirvi che è fattibile e che potrete avere ugualmente il vostro splendido giorno, (quasi) come l’avevate desiderato.

La prima cosa da fare per organizzare un matrimonio a distanza è scegliere la sala per la cerimonia e per il ricevimento! (Vi spiego il motivo in questo mio post) In questo modo potrete comunque scegliere quella che più vi piace e in questo “Internet” è di grande aiuto! Grazie al web, infatti, non esistono più confini e potrete visualizzare foto e video che vi mostreranno le sale in tutto il loro splendore. Attenzione però, ricordatevi che esiste anche Photoshop: quindi fate ben attenzione (!) perché spesso una stanza enorme e luminosa potrebbe risultare in realtà uno sgabuzzino con una finestrella!

Scherzi a parte, una volta selezionata la sala di preferenza, prima di prenotare (e quindi pagare) vi consiglio di andarla a vedere o d’inviare qualcuno in vostra vece. Un conoscente o un amico fidato che vada in “missione segreta”! Io ho fatto proprio così: ho inviato l’agente “00 cuggy”, che spacciandosi da futura sposa è andata a “testare” al posto mio il “territorio” e le proposte di menù e di prezzo.

Una volta che la missione “00 cuggy” è andata a buon fine, inizia la ricerca dei feedback: cibo, accoglienza, professionalità…!

Quando vi sentirete sicure e avrete una lista di valide candidate, potrete chiamarle una a una e chiedere “quali date hanno disponibili per l’anno e la data X”. Sapete perché vi dico questo? Perché ci sono sale che vengono prenotate anche anni e anni prima (certa gente è pazza!): pensate che sono riuscita a trovare delle sale disponibili nella data delle mie nozze solo perché la coppia aveva disdetto poiché si era separata.

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Selezionata sala e data, chiamate la Chiesa (o il Comune) per chiedere la disponibilità oraria e fissarla (certo che se volete sposarvi al Duomo di Milano o alla Basilica di S. Maria del Fiore di Firenze ecc… vi faccio il mio più grande in bocca al lupo!…Penso che la prenotino già alla nascita degli sposi 😀 )!

Finito questo step importante, si passa alla ricerca del fotografo e del videomaker che, come per la location, vi consiglio di selezionare in base ai feedback che troverete su internet! Sappiate che ogni commento ed esperienza altrui è essenziale per fare la scelta ottimale, che sia un matrimonio organizzato a distanza o meno (vi racconto come io ho scelto il mio fotografo  qui , mentre per il video, vi lascio sulle spine); d’altronde, meglio imparare dagli errori degli altri no?!

Passiamo ora al fioraio. Per scegliere questo fornitore consiglio vivamente di prendere il considerazione quello che lavora già con la sala prescelta. Se lavora con loro infatti, è perché lavora bene! Anche il mio è stato scelto quasi nello stesso modo, ma per conoscere i dettagli dovrete continuare a seguirmi 😉 .

Adesso vi parlo delle bomboniere… volete la verità? Le faccio solo per volere dei parenti, che se le aspettano. A tal proposito posso comunque darvi qualche consiglio: potete sceglierle nel luogo dove abitate e poi farvele spedire in Italia; in alternativa, potete sceglierle on line, ma preparatevi ad eventuali sorprese eh!.

E le partecipazioni? La cosa più bella da scegliere. Perché tanto quelle dovete spedirle voi e quindi possono essere ordinate OVUNQUE!

Pensiamo anche all’animazione? Spesso le sale propongono già gruppi ed animatori convenzionati con loro. In alternativa, visionate per bene le demo di presentazione e, soprattutto, utilizzate la video-conferenza per accordarvi sulle scalette da seguire!

Accipicchia! Dimenticavo la cosa più bella: l’abito da sposa! Se siete come me allora siete complicate 😀 ! Avete un fisico da top model? Allora anche con un sacchetto di plastica sarete uno schianto! Non avete neanche bisogno di provarlo, perché tanto tutto vi starà in modo splendido e potrete comprarlo dove e come volete. Per le comuni mortali come me, invece, per intenderci quelle alte 1 m e tanta voglia di crescere, di taglia media e qualche kg da perdere prima delle nozze, vi consiglio spassionatamente di farvi fare il vestito su misura! Un vestito fatto da una sarta vi farà sembrare una “super gnocca” a prescindere e, soprattutto, NON dovrete per forza mettervi a dieta per entrarci! Quindi, compratelo nella vostra città (ma presto vi dirò cos’ho combinato io)!

Come sempre dimentico “lo sposo”… ma tanto se fosse per loro se lo sceglierebbero quasi il giorno prima delle nozze e quindi, nessun problema ahahah 😀 !

Le Fedi Nuziali invece, come per gli abiti, meglio sceglierle di persona!

Infine, se volete organizzare nozze a distanza, consiglio vivamente il supporto di una brava wedding planner (anche se io non l’ho trovata) che vi saprà consigliare, guidare, non farvi dimenticare alcun dettaglio e soprattutto sarà il vostro agente segreto!

Ecco, questi sono i miei consigli per far diventare un matrimonio a distanza una “missione quasi possible!”

Alla prossima avventura, l’organizzazione continua!

Maria, La sposa oculata di Bari

 

 

Condividi
LASCIA UN COMMENTO
Mi fa molto piacere ricevere un tuo commento sotto, ricorda però che ogni messaggio viene moderato e reso visibile solo nel pieno rispetto delle modalità di comportamento scritte qui.

maria.modugno@sfr.fr

Siamo Maria & Modesto, futuri sposi di Bari. Ci sposeremo sabato 3 Giugno 2017 nella Basilica di Giovinazzo (BA) e sarà un matrimonio a tema “l’amore nelle fiabe”. Seguici sulla nostra categoria dedicata, ti racconteremo tutta l'organizzazione, le scelte stilistiche, avventure e disavventure per arrivare a realizzare il nostro sogno d'amore.

Lascia un feedback
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.

Questo sito utilizza i cookie per il suo corretto funzionamento. Il sito consente anche l'invio di cookie di "terze parti",
per maggiori informazioni leggi la nostra cookie policy. Da questa pagina è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie di terze parti.
Esprimi il consenso all'utilizzo dei cookie cliccando sul bottone 'Acconsento'.

Leggi articolo precedente:
idee cake topper economici
15 cake topper economici per davvero

15 Cake topper economici che si possono realizzare fai da te o acquistare online per decorare la parte superiore della...

Chiudi

Questo conentuto è bloccato dal consenso ai cookie. Accetta l'installazione dei cookie per visualizzarlo.